Donata Carrafelli

Donata carrafelli

Amministrazione – VIARCH

ISTRUZIONE E FORMAZIONE

Ha conseguito nel 2004 la laurea in Archeologia Classica con votazione di 110 e lode presso L’Università degli studi di Roma “La Sapienza” con tesi su “Il santuario di Brauron in Attica”, relatore il Prof. Enzo Lippolis e correlatore il Prof. Domenico Palombi.

Si è Specializzata nel 2009 in Archeologia classica con votazione di 70 con lode presso la Prima Scuola di Specializzazione in Archeologia di Roma. Oggetto della tesi è stato “Taranto. Topografia e sviluppo urbano dell’acropoli in età classica” (relatore il Prof. Enzo Lippolis), lavoro che ha previsto la raccolta e l’informatizzazione di tutto il materiale documentario, grafico e fotografico del sito, base per la realizzazione di un GIS della Città Vecchia. Alla sua formazione tecnica e metodologica hanno contributo numerosi tirocini e laboratori nei diversi campi dell’archeologia: scavi archeologici (Gortyna Creta e Larino diretti dal Prof. E. Lippolis; Jerash Giordania, Prof. Beat Brenk; Taureana di Palmi (RC), Prof. Massimo Osanna; Ostia antica (Roma) Prof. Patrizio Pensabene; necropoli di Corcolle (Roma) Prof. Fausto Zevi); Studio, schedatura e catalogazione di elementi architettonici provenienti dagli scavi del Foro della Pace (Prof. Patrizio Pensabene); Studio e schedatura di epigrafi conservate nel Museo Nazionale Romano (Prof.ssa Silvia Orlandi); Rilievo manuale ed analisi delle strutture presso la Casa delle Vestali (Roma) e Villa Adriana, rilievo con Stazione Totale, elaborazione in CAD in Sabina (Prof. Cairoli Fulvio Giuliani); attività ricognitiva e redazione della carta archeologica delle emergenze d’età tardo-antica e medievale in Sabina (Prof.ssa Letizia Ermini Pani).

ESPERIENZE PROFESSIONALI

La formazione acquisita durante il corso di studi universitari e post-universitari è stata arricchita grazie a collaborazioni esterne con Soprintendenze locali e altri istituti. In particolare dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Puglia ha ricevuto diversi incarichi di assistenza, consulenza archeologica e di responsabilità di scavi all’interno del Castello Aragonese di Taranto. L’attività di libero professionista, che esercita da anni, le ha consentito di maturare una consolidata esperienza dalla fase dell’assistenza archeologica a quella dello scavo stratigrafico, compresa l’organizzazione logistica-gestionale di un cantiere, oltre che l’abilità nel rilievo tecnico con l’ausilio di strumentazione.

Ha condotto uno Studio topografico della Valle del Lacerno con ricostruzione del tracciato dell’acquedotto romano che riforniva la colonia di Sora, congeoreferenzazione dei resti tramite sistema GPS e rielivo interno del condotto.

All’attività di cantiere e di ricerca ha affiancato anche quella didattica-culturale come guida-accompagnatrice di adulti e di classi elementari e medie.

PUBBLICAZIONI

  • Nuove acquisizioni epigrafiche dalla Sabina” in Archeologia Classica 2010, pp. 631-644.

  • Modalità e forme di organizzazione territoriale della valle del Farfa tra il IX e gli inizi del XIII secolo: il caso di Salisano (Rieti)”, in Temporis Signa 2008.

  • Ricognizione epigrafica a Salisano (Rieti). Vecchie e nuove testimonianze ai margini del territorio di Trebula Mutuesca” in Archeologia Classica 2007, pp. 519-534.

  • Schedatura dei siti di Delos e Brauron nel volume Architettura greca. Storia e monumenti del mondo della polis dalle origini al V secolo di E. Lippolis, M. Livadiotti, G. Rocco, ed. Bruno Mondatori 2007