TECNOLOGIE APPLICATE AI BENI CULTURALI

Negli ultimi anni le tecniche di documentazione e di ricerca nel campo dei Beni Culturali e nello specifico in ambito archeologico, hanno avuto un continuo sviluppo in linea con l’evoluzione tecnologica che offre ai professionisti del settore nuovi strumenti e nuove applicazioni in grado di arricchire enormemente le potenzialità di uno scavo archeologico o di una struttura museale.

REALTA’ AUMENTATA

La Realtà Aumentata (Augmented Reality, abbreviato AR) è una di queste più moderne applicazioni che permette un arricchimento della percezione visiva attraverso informazioni sovrapposte al paesaggio reale.

Lo Studio realizza ricostruzioni in realtà aumentata di edifici storici, archeologici e monumenti non più visibili. Le ricostruzioni possono “sostituire” in scala 1:1 la struttura non più esistente o semplicemente integrarla nelle parti mancanti. Curiamo:

  • Ricerca storico-bibliografica e d’archivio sulla struttura da ricostruire

  • Sviluppo della ricostruzione 3D (in collaborazione con la Soprintendenza competente)

  • Elaborazione dell’App geolocalizzata

RICOSTRUZIONI 3D

Lo Studio, in continuo sviluppo anch’esso, si propone con moderne tecnologie hardware e software per l’elaborazione e la gestione di modelli tridimensionali tramite tecniche di fotogrammetria per la ricostruzione virtuale di piccoli oggetti ma anche di grandi manufatti.

I modelli tridimensionali potranno essere utilizzati per integrare la documentazione digitale dello scavo archeologico, consentono la riproduzione virtuale di siti, strutture e manufatti e permettono la loro fruizione interattiva, non solo per la ricerca, ma anche per la divulgazione e la didattica, nonché per la virtualizzazione online.

RILIEVI TOPOGRAFICI

L’attività di scavo combina il recupero del manufatto e la sua collocazione nella “memoria” di un popolo o paese. Questo implica un’attività interdisciplinare in cui le competenze storico, artistiche e linguistiche si devono fondere con quelle architettoniche, tecniche e geografiche. Infatti il rilievo geometrico e il suo posizionamento geografico permettono di ricostruire le “storie” del manufatto rispetto al tempo al luogo. Per questa ragione le tecniche di rilievo hanno sempre costituito un elemento insostituibile nella ricerca archeologica. Più recentemente, con l’avvento delle tecnologie informatiche, si riesce a combinare le informazioni geometriche e geografiche con quelle storiche ed archeologiche attraverso i cosiddetti sistemi geografici informatizzati (Geographic Information System: GIS).

Lo Studio è in grado di fornire servizi di rilievo topografico con l’utilizzo di stazione totale che rappresenta il complesso delle operazioni di misura e dei procedimenti da svolgere, necessari per ottenere una rappresentazione grafica e in scala di una porzione della superficie terrestre.