Si organizzano ATTIVITÀ DIDATTICHE appositamente ideate per scuole e famiglie. I laboratori sono tenuti da personale specializzato e si svolgono in luoghi attrezzati. In collaborazione con ARCHEOMEGA realizziamo VISITE TEMATICHE E LABORATORI DIDATTICI nei MUSEI ARCHEOLOGICI NAZIONALI DI ANCONA, ARCEVIA, CINGOLI, NUMANA.

Alle visite tradizionali affianchiamo i LAB-TOUR, una nuova tipologia di percorso museale che unisce alla visita guidata la didattica laboratoriale alternando momenti esplicativi a dimostrazioni, esperienze sensoriali, attività ludiche e proiezioni multimediali.

Curiamo diversi Laboratori al MUSEO FEDERICO II STUPOR MUNDI di Jesi e seguiamo PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA – LAVORO finalizzati alla formazione e alla progettazione di esperienze professionali
nel settore dei beni culturali.

Nelle scuole proponiamo APPROFONDIMENTI TEMATICI con lezioni frontali e RELATIVI LABORATORI. Si potrà scegliere l’argomento tra una serie di proposte o concordarlo in base a programma scolastico ed alle esigenze della classe. In più organizziamo  VISITE  GUIDATE in collaborazione con guide turistiche alla scoperta del TERRITOIO.

 

MUSEO FEDERICO II STUPOR MUNDI

JESI AL TEMPO DI FEDERICO II (per le scuole secondarie di primo e secondo grado)

Una tipologia di passeggiata interattiva per le vie del centro storico di Jesi che permetterà agli studenti di capire come si presentava Jesi al tempo di Federico II (XIII secolo) attraverso l’ausilio di una mappa tematica realizzata in google maps. Tale supporto web, contenete i dati e le informazioni fornite durante il percorso, potrà essere uno strumento didattico utilizzabile e condivisibile on line sia dalla scuola che dal museo.

 

LABORATORIO DI ARALDICA – Questione di Famiglia (dagli 11 a 14 anni)

L’attività didattica sarà caratterizzata da una breve introduzione sull’Araldica. I ragazzi saranno poi coinvolti nella realizzazione di uno stemma partendo dal proprio cognome.

 

LABORATORIO SUL MOSAICO (II dagli 11 a 14 anni)

L’attività didattica comprende una breve introduzione storica sul mosaico e sulla tecnica di realizzazione ed un’attività manuale che porterà i ragazzi alla realizzazione di un piccolo mosaico.

 

LABORATORIO MULTIMEDIALE (dagli 11 ai 17 anni)

I partecipanti saranno coinvolti nella realizzazione di ricostruzioni di strutture e/o personaggi del medioevo attraverso l’utilizzo di specifiche app o altri supporti multimediali.

 

LABORATORIO SUI CASTELLI (dagli 11 ai 17 anni)

Sul filo conduttore dei Castelli di Federico II, il laboratorio analizzerà i Castelli di Jesi, conquistati dalla città nel corso del XIII secolo con il beneplacito della dinastia sveva. Durante l’attività i ragazzi dovranno analizzare e delimitare l’originaria estensione dei singoli castelli della Vallesina.

 

LABORATORIO SULLA SCRITTURA (dagli 11 ai 17 anni)

L’attività si caratterizza da una prima parte in cui si spiegano brevemente le metodologie di scrittura nel Medioevo, e da una seconda, pratica, dove i ragazzi si cimenteranno nella scrittura medievale. In questo caso l’attività sarà calibrata secondo l’età dei partecipanti. I più piccoli dovranno semplicemente scrivere utilizzando inchiostro e piuma d’oca mentre i più grandi dovranno scrivere, sempre con gli stessi strumenti, in minuscola carolina.

 

 

Attività a cura di ARCHEOMEGA, con cui lo Studio collabora

 

PER PRIMARIE, SECONDARIE DI PRIMO E SECONDO GRADO

NON CHIAMATELO “INDIANA JONES” (MUSEI ARCEVIA, CINGOLI, NUMANA)

Niente frustino e avventure improbabili, ma tanto studio e una spiccata propensione all’indagine: queste le caratteristiche di un buon archeologo, che da scienziato dell’antichità, deve sempre porsi le domande giuste ricercando costantemente nuove risposte. Chi è davvero un archeologo, che cosa trova, e come scava? Perché è importante scavare con criteri scientifici? Attraverso l’osservazione di manufatti e reperti, ricostruzioni didattiche di situazioni stratigrafiche, cercheremo di rispondere a queste domande ripercorrendo le storie dei siti archeologici esposti e dei loro scavi.

 

VIETATO NON TOCCARE (MUSEI ARCEVIA, CINGOLI, NUMANA destinatari: 5-7 anni)

Esplorare il museo con il tatto, per scoprire sensazioni legate alle materie prime utilizzate per la produzione dei manufatti, dalla selce alla ceramica, dall’osso al bronzo: ai bambini verranno fatti manipolare oggetti e frammenti cercando confronti e similitudini con i reperti esposti nelle vetrine. Oltre ai manufatti verranno loro mostrati tutti quegli oggetti “invisibili” nel museo, ma sottintesi e fondamentali per comprendere la realizzazione dei manufatti e il loro utilizzo: supporti in legno da usare come manici, corde e spaghi per strumenti e collane, lana da filare, cereali da macinare etc…

 

FINCHÉ MORTE NON CI SEPARI (MUSEO NUMANA)

L’ambizione di principi e regine nel voler far divenire eterno il loro potere, la loro persona e il lusso di cui si sono circondati in vita: perché la morte è solo il confine che li separa dall’aldilà in cui ad attenderli c’è gloria eterna.  Vetrina dopo vetrina scopriremo i lussi e i simboli di rango delle aristocrazie picene documentate dalla splendida tomba della Regina e dalle ricchissime necropoli di Numana e Sirolo, per poi cercare di ricostruire una sepoltura completa del suo corredo funerario, analizzando tecniche costruttive, materiali, simbologie, funzionalità, ed eventuali associazioni dei vari manufatti.

 

A TAVOLA COI RE (MUSEO NUMANA per le primarie e le secondarie di primo grado)

Corredi funerari principeschi in cui è immancabile il servizio da banchetto, completo del vasellame greco a figure nere, di cui l’emporio di Numana fu importante centro di smistamento. E con il vasellame inizia a circolare anche nelle comunità picene la cultura del simposio, che prevede determinati rituali e abitudini nel consumo di cibi e bevande, decorazioni legate a temi ricorrenti, come il mondo dionisiaco: insieme scopriremo tutti i segreti del banchetto vaso dopo vaso, aiutandoci anche con oggetti moderni e inaspettati per comprendere meglio la funzionalità dei manufatti esposti.

 

STORIE DI PIETRA (MUSEO ARCEVIA)

La pietra come una delle pochissime risorse per la sopravvivenza: un viaggio alla scoperta della selce, delle tecniche di scheggiatura e dei luoghi in cui la pietra veniva lavorata, attraverso l’osservazione di reperti, la manipolazione di riproduzioni, la dimostrazione dell’uso dei manufatti ed altre sperimentazioni.

 

DALLA TERRA ALLA TAVOLA (MUSEO ARCEVIA)

Di che cosa si nutrivano i nostri antenati nella preistoria? e come facciamo a saperlo? Un excursus sulla storia dell’alimentazione a partire dal Paleolitico, fino ad arrivare all’età del Ferro, attraverso la manipolazione delle materie prime, la sperimentazione di alcune tecniche utilizzate per lavorare i prodotti e preparare i cibi. Un viaggio insomma dalla terra, che ha conservato per secoli tutti questi reperti, alla tavola, per la quale molti di questi oggetti sono stati realizzati!

 

TRAME AL MUSEO (MUSEO CINGOLI)

Scoprire il museo attraverso la descrizione di quella che doveva essere la vita quotidiana in un villaggio protostorico, tra attività agricole, artigianali e domestiche, dalla produzione ceramica con e senza tornio, alla metallurgia del bronzo e del ferro, dalla lavorazione dell’osso e del corno, alla filatura e alla tessitura. Attività che verranno illustrate anche attraverso supporti didattici e ricostruzioni, con particolare attenzione per quella tessile, per la comprensione della quale verranno mostrati strumenti e tecniche di lavorazione.

 

GRAPHIA (MUSEO CINGOLI)

I ragazzi saranno coinvolti in un’attività ludica con la quale sperimentare alfabeti e lingue lontani nel tempo per comprendere i sistemi di comunicazione che stanno alla base dello sviluppo del linguaggio.

 

ARCHEO DESIGN (MUSEO ANCONA per le secondarie di secondo grado)

L’attività di disegno tecnico proposta permetterà di introdurre i principi fondamentali delle tecniche di riproduzione grafica dei contesti archeologici con modalità semplificate mantenendo le procedure scientifiche del disegno in scala nel quale i ragazzi si cimenteranno in prima persona.

Il laboratorio può essere strutturato in due livelli:
Il primo livello di tipo propedeutico, prevede la riproduzione grafica in pianta di singoli reperti archeologici disposti su una griglia che verrà utilizzata come riferimento grafico per la scalatura del disegno: i reperti verranno dunque rilevati simulando una loro ipotetica collocazione in situ.

-Il secondo livello destinato ai ragazzi delle scuole superiori con esperienza di disegno tecnico, prevede la realizzazione di rilievi (pianta e prospetto) di evidenze archeologiche proposte attraverso immagini fotografiche stampate in scala 1:1.

 

IL CIBO CHE FOOD! (MUSEO ANCONA per le secondarie di secondo grado)

L’affascinante mondo del cibo e dell’alimentazione riscoperto attraverso la storia e l’archeologia. Un excursus storico sulle principali materie prime usate ancora oggi permetterà ai ragazzi di capirne l’origine, la diffusione ed evoluzione dalla preistoria fino all’età romana: il tutto proposto attraverso una tavola imbandita con i prodotti presi in esame. Verranno poi passate in rassegna alcune preparazioni della cucina romana, che partendo dalle fonti che ne hanno tramandato la ricetta saranno riproposte attraverso un’attività ludica che coinvolgerà i ragazzi stessi, i quali saranno invitati a scegliere gli ingredienti necessari e a cimentarsi nella preparazione.

 

PROGETTO M.A.P.S.
Musei | Archeologia | Patrimonio | Scuola

Il progetto prevede una serie di moduli didattici volti all’approfondimento di specifici aspetti legati al territorio e al suo patrimonio.

In particolare si prevedono diverse tipologie di approfondimento legate agli specifici indirizzi di studio o al territorio di pertinenza e diverse modalità didattiche: dalla lezioni frontale ai percorsi museali, attività laboratoriali e trekking urbani.

 

  1. ARCHEOMARCHE (per tutte le scuole secondarie):

Si prevede una lezione frontale sull’archeologia del territorio regionale; a seguire la visita, di carattere tematico, cronologico o topografico, del Museo Archeologico Nazionale delle Marche e, in conclusione, il trekking urbano-archeologico di Ancona.

 

  1. LA STORIA SONO IO (per tutte le scuole secondarie):

Ad un preliminare inquadramento storico e archeologico del territorio di provenienza della scuola seguirà la visita di un museo archeologico territoriale e di uno dei parchi ad esso collegati:

  1. Antiquarium statale di Numana e area archeologica dei Pini di Sirolo
  2. Museo archeologico statale di Arcevia e area archeologica di Conelle di Arcevia
  3. Museo archeologico statale di Cingoli e abbazia di San Vittore di Cingoli
  4. Mostra archeologica “Piceni e Celti” a Fabriano e area archeologica di Attidium di Fabriano
  5. Museo civico archeologico della città romana di Suasa e del parco archeologico regionale

il modulo si completerà con la visita, di carattere topografico, del Museo Archeologico Nazionale delle Marche.

 

  1. STORIE DALLA TERRA (per tutte le scuole secondarie)

Un modulo pensato per approfondire, sotto diversi aspetti, il tema dell’archeologia: partendo con una lezione frontale sulle metodologie dell’indagine storica e archeologica e sulle figure professionali ad essa collegate, si prevede un successivo laboratorio didattico sulla simulazione dello scavo durante il quale i partecipanti potranno vivere in maniera diretta l’esperienza dello scavo archeologico stratigrafico su contesti ricostruiti.

A completamento del modulo si prevedono la visita ad un sito archeologico da concordare (a scelta tra Anfiteatro di Ancona, area archeologica dei Pini di Sirolo, area archeologica di Attidium di Fabriano, area archeologica di Conelle di Arcevia) e la visita, di carattere tematico, cronologico o topografico, del Museo Archeologico Nazionale delle Marche.

 

  1. ARCHEO DESIGN (consigliato per licei scientifici, licei artistici, istituti tecnici per geometri, istituti tecnici industriali)

Dopo un approfondimento sull’edilizia nell’antichità e sulle tecniche di rilievo grafico i partecipanti saranno coinvolti in un laboratorio di rilievo archeologico durante il quale potranno realizzare un rilievo grafico di un contesto archeologico, aspetto fondamentale della documentazione di scavo.

A conclusione del modulo si prevede la visita del Museo Archeologico Nazionale delle Marche.

 

  1. PAST FOOD (consigliato per istituti alberghieri, istituti agrari e istituti tecnici commerciali a indirizzo turistico)

Approfondimento sull’alimentazione nell’antichità attraverso lezioni frontali, visita di un museo archeologico, visita dell’azienda agraria della Facoltà di Agraria dell’Università Politecnica delle Marche e laboratorio di cucina in collaborazione con Fabrica del Gusto.

 

  1. COOLTOUR E IL TURISMO CULTURALE (consigliato per licei classici,  istituti tecnici commerciali a indirizzo turistico)

II modulo si concentra sui vari aspetti collegati al turismo culturale (le professioni del turismo culturale, la comunicazione e valorizzazione del patrimonio, il ruolo dei musei) attraverso lezioni, esercitazioni pratiche sulla realizzazione di percorsi museali, sulla comunicazione del patrimonio ecc.

 

PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA – LAVORO

I moduli proposti possono essere finalizzati anche alla formazione e alla progettazione di esperienze professionali nell’ambito dell’alternanza scuola – lavoro, realizzabili con Archeomega soc. coop. o con Archeo in Progress studio associato, e in alcuni casi in collaborazione con strutture museali o aree archeologiche.